UA-144581869-2

La danza cuore a cuore nasce 5 anni fa insieme al mio primogenito Leandro. Io, insegnante di danza, scopro il babywearing, questo modo così speciale, emozionante e catartico di stare col mio bambino, e sentirmi mamma competente. Poi me ne innamoro, e un bel giorno penso: “Perché non unisco tutti i miei grandi amori danzando insieme stretti da una fascia e non lo insegno ad altre mamme perché anche esse possano vivere tanta bellezza?”

babywearing

E così è presto fatto, nasce l’avventura. Con un pizzico di follia, perché diciamocelo, cinque anni fa era difficile immaginare che funzionasse un’attività così, in una piccola città come la mia!

Eppure… da allora non mi sono più fermata! Ho danzato due anni con Leandro in fascia, 9 mesi con Dorotea nel pancione e ora sono a due anni e mezzo di Dorotea in fascia!

Ho guidato centinaia di mamme in questa avventura meravigliosa ed emozionante, danzato in teatri, vie e piazze, e ora formo anche insegnanti per portare questo messaggio di amore e bellezza, nel rispetto di portato e portatore, lontano, a rendere felici tante tante famiglie.

Fra pochi giorni, all’inizio di giugno, io e una squadra meravigliosa di insegnanti che si sono formati con me, scenderemo nelle nostre città, in dodici piazze, per il più grande flashmob di babywearing fino ad ora organizzato!
Attraverso questo evento molto importante per la comunità babywearing nazionale, si festeggerà l’arte di portare i nostri bambini in fascia, ma non solo, anche la maternità, l’amicizia, il sostegno tra donne.
Le città coinvolte sono dodici, tutte guidate da insegnanti diplomate e affiancate, laddove non lo siano esse stesse, da consulenti del portare.
Danzeremo tutte sulla stessa musica, la stessa coreografia, di mia creazione.

Si danzerà ad Asti guidati da Elena Zo, a Torino guidati da Giusi Fasano, Sara Boido e Arianna Aimone, a Bra guidati da Valentina De Ciechi, a Mondovì guidati da Manuela Marchisio, a Genova guidati da Valeria Corradino, a Bergamo guidati da Paola Resta, a Parma guidati da Fulvia Frambati, a Roma guidati da Arianna Aramini, a Grosseto guidati da Eva Magalotti, a Bari da Katia Rossi e Valentina Albano, e Andria guidati da Katia Rossi e a Catania guidati da Marianna Leone.

babywearing

Le date del babywearing sono:

  • Asti, sabato 1 giugno alle h. 18, in piazza Statuto
  • Bra, sabato 8 giugno alle h 17,30, in via Cavour
  • Mondovì sabato 25 maggio alle 11, in via Marconi
  • Torino domenica 9 giugno alle h 17 in piazza Castello
  • Parma domenica 2 giugno alle h 17,30, al parco bizzozero
  • Genova (in via di definizione)
  • Bergamo domenica 9 giugno alle h 16,30 in piazza Vecchia
  • Roma domenica 9 giugno alle h. 11
  • Catania domenica 2 giugno, alle h. 11, lungomare Liberato
  • Bari domenica 9 giugno alle h. 10,30 in piazza del Ferrarese
  • Andria sabato 1 giugno h. 11,30 in viale Crispi
  • Grosseto (in via di definizione)

Sono coinvolte centinaia di mamme con i loro bambini, in un evento che vuole diventare, in ogni città, anche occasione di raduno per i “genitori canguro” della zona, e di conoscenza e diffusione del babywearing per i neofiti.

Una grande festa che profuma di amore e coccole, che ha il suono di bella musica, e che brilla della bellezza dei sorrisi di mamme e bimbi, magari anche di qualche lacrima di commozione e gioia.
Per partecipare alla nostra grande festa mettetevi in contatto con noi attraverso la pagina Facebook Cuore a cuore – danza e babywearing, l’omonimo gruppo Facebook, o mandandoci una mail a info@cuoreacuore.eu!

Che cos’è la danza cuore a cuore o la danza del Babywearing

La danza del babywearing (o cuore a cuore) è rispetto del corpo, sia quello della madre (guidata con professionalità a svolgere solo ed esclusivamente attività consone al suo delicato stato e con indicazioni volte a tutelarla e proteggerla), che quello del bambino, che verrà legato in sicurezza e sarà sempre sotto il controllo attento della consulente di riferimento di ogni città.

La danza cuore a cuore è sostegno: è spesso salvifico per le neo-mamme, che sono perse nella solitudine e fragilità del post parto e possono avere un appuntamento fisso dove nuove amiche le capiscono. Un’insegnante formata anche sull’accoglienza di donne più fragili e potenzialmente bisognose le attende a braccia aperte, le supporta, le ascolta.
La danza cuore a cuore è benessere, perché il contatto è benessere per entrambi, portato e portatore, e perché il movimento è benessere per entrambi. Perché a livello ormonale succede qualcosa di meraviglioso quando mamma e figlio si muovono insieme avvolti da una fascia, e i loro cuori
battono all’unisono, e la loro pelle si parla, di nuovo, come quando erano una cosa sola.

La danza cuore a cuore è conoscenza e consapevolezza, del proprio corpo in gravidanza e post parto, dei limiti negli sforzi, delle attività rischiose, di importanti nozioni posturali che possono migliorare la vita delle mamme ogni giorno, non solo durante la danza.
La danza cuore a cuore danza l’amore, danza lo stare insieme, danza la maternità, danza il cerchio delle donne e la sua potenza, danza il nostro desiderio di una gravidanza, danza una nascita, danza i nostri bambini che crescono.
Danza qualcosa che le mamme conoscono perché lo stanno vivendo, o lo hanno vissuto, o lo vivranno.

a cura di: Elena Alessandra Zo

Contatti: www.cuoreacuore.euinfo@cuoreacuore.eu .

Coreografa, danzatrice, attrice e insegnante di danza classica, moderna ed espressione corporea, è ideatrice del metodo di danza Cuore a Cuore. Dalla nascita del suo primogenito danza coi suoi bimbi in fascia, e conduce, da oltre 5 anni, gruppi di mamme alla scoperta di questo incredibile momento di Arte, e di Vita. Dal 2018 forma insegnanti in tutta Italia. Consulente del Portare certificata, è anche laureata al DAMS (Discipline dell’Arte, della Musica e dello Spettacolo) con indirizzo teatrale, in Storia della Danza.E’ stata ricercatrice in campo coreutico universitario e ha pubblicato un libro con la casa editrice UTET.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *