UA-144581869-2

Il movimento in gravidanza è da incoraggiare e stimolare.

 

I benefici di una corretta e adatta attività fisica durante i mesi di attesa sono molteplici e agiscono su differenti livelli: fisico, emotivo, psicologico.

 

movimento in gravidanza

La gravidanza è un periodo che richiede adattamento: il corpo cambia, si adatta alla presenza del piccolino che cresce, gli fa spazio, lo scheletro modifica la sua postura, il bacino si fa più accogliente, le articolazioni si ammorbidiscono grazie all’azione della relaxina, i tessuti si imbevono e sono morbidi e accoglienti.

La respirazione cambia, si modifica anche la digestione e i ritmi sonno/veglia, in un’alternanza che permette di conoscersi, scoprirsi.
E’ una fantastica occasione di ascolto e consapevolezza.

E’ un fenomeno normale, fisiologico, è previsto che le donne siano in grado di far crescere un piccolino dentro di se e di darlo alla luce e farlo crescere nei mesi successivi.
Il movimento è forza vitale, energia, benessere.

Sappiamo benissimo tutti quanto sia fondamentale una buona attività fisica per mantenersi in salute e felici. Anche in gravidanza!

 

movimento in gravidanza

Muoversi in gravidanza aiuta ad adattarsi al corpo che cambia, stimola la flessibilità, l’apertura e la
consapevolezza corporea.

Migliora la respirazione e favorisce un pieno e completo rilassamento; aiuta a prevenire i più comuni disturbi come il mal di schiena e i crampi, è utile per sperimentare diverse posizioni da poter utilizzare durante il travaglio e parto e migliora e stimola la relazione con il bambino che sta crescendo.

Quale tipo di attività in gravidanza?

Chiaramente il buon senso ci guida nell’affermare che la tipologia e le modalità di “allenamentodovrebbero essere adattate alle nuove esigenze e soprattutto alle abitudini preesistenti della mamma in attesa.

Ci sono donne molto attive che desiderano continuare la stessa attività di prima anche durante la gravidanza: ogni caso è differente, proverò a fornire qualche spunto di riflessione per una scelta libera e personalizzata.

Le attività ad alto impatto ( aerobica, corsa, step, pesistica, corsi fitness, ginnastiche varie) rappresentano un esercizio che stimola molto il sistema muscolo scheletrico e cardio/respiratorio: si salta, si suda, si fanno cambi di posizione repentini e le forze in gioco sono potenti.

 

donna incinta

Dobbiamo sempre pensare anche al pavimento pelvico: la struttura muscolare che chiude in basso il bacino e durante i nove mesi sorregge anche il peso del bimbo che cresce e che si muove con voi: le pressioni intraddominali dovrebbero essere alleggerite e si dovrebbero preferire esercizi che mirano ad aumentare la consapevolezza corporea e di quella zona in particolare per sperimentare il rilassamento e l’elasticità, non solo ed esclusivamente il rinforzo di quei muscoli ( che se non devono essere rinforzati risulta dannoso ed inutile: gli esercizi perineali devono sempre essere personalizzati e adattati alle singole situazioni).

In gravidanza sono da preferire attività che consentano di muoversi lentamente, di allungarsi, di respirare, di prendersi tempo e di scoprire il proprio corpo per prepararsi all’apertura e alla flessibilità, che permettano di alleggerirsi e decontrarsi.

Sono quindi da preferire camminate all’aria aperta, corsi di movimento in gravidanza riservati a mamme in attesa e condotti da personale qualificato, corsi yoga e corsi di acquaticità in piscina.

Il corpo in gravidanza cambia e le posture e gli esercizi da preferire devono essere adattati, pensati e proposti appositamente per le mamme in attesa.

 

meditazione in gravidanza

Le modificazioni corporee fanno si che alcuni esercizi non siano sani e sicuri per una mamma come lo erano prima.
Stabilire una routine nella settimana, riuscire a dedicare al proprio corpo e al bambino un tempo definito e riservato è da incoraggiare e promuovere: pochissime sono le controindicazioni al movimento in gravidanza adattato!

Un consiglio?
Cercate un corso di movimento in gravidanza condotto da personale qualificato (ostetrica od operatore formato sulla gravidanza) e provate: il tempo della lentezza e dell’attesa è da gustare e assaporare con calma, pazienza e tante pause!

 

 

articolo a cura di: Lucia Nardi Ostetrica
Nasce a Grosseto nel 1991, si trasferisce dopo la maturità a Milano per frequentare l’università e
si laurea in ostetricia nel novembre del 2013.
Fa ritorno in maremma nel 2015, anno in cui matura la scelta di essere un’ostetrica a domicilio,
dopo aver perfezionato la sua formazione e aver frequentato la casa maternità ‘Montallegro’ di
Varese e inizia in quell’anno la libera professione.
Accompagna e assiste le donne e le nuove famiglie in continuità assistenziale dalla gravidanza al
dopo parto e per tutte le tappe della vita al femminile.
Conduce corsi di movimento in gravidanza, acquaticità in gravidanza, incontri di
accompagnamento alla nascita, assiste le mamme a domicilio nel post parto e durante
l’allattamento, conduce corsi di massaggio al bambino e organizza incontri informativi su varie
tematiche relative al percorso nascita.
Dal marzo 2018 si occupa anche di rieducazione del pavimento pelvico ed è ancora più convinta
che essere un’ostetrica sia una delle cose più belle del mondo!

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *