UA-144581869-2

 

Le scoperte del neonato aumentano di giorno in giorno…

 

Nel quarto-quinto mese di vita si inizia a capire il carattere, non esistono vizi ma bisogni, fermati a guardare il tuo bambino, ad osservare le espressioni del suo viso, quando è sereno, quando è a disagio, quando è sopraffatto da troppi stimoli, quando ha paura, fermati e osservalo perchè solo così potrai capire qual’è il suo bisogno.
Le nostre vite frenetiche ci permettono ormai poco di soffermarci sull’osservazione dei sentimenti, siamo sempre in ritardo, a maggior ragione quando dobbiamo impegnarci a capirli, perchè chi abbiamo di fronte non sa spiegarli, ma è di fondamentale importanza questo compito per creare un legame di profonda fiducia reciproca.

Se il tuo bambino si sentirà capito e non abbandonato, si fiderà di te e del mondo che lo circonda quando ci sarai tu presente, questo è il primo passo per l’indipendenza.

 

 

Per quanto riguarda lo sviluppo psicomotorio, inizia a trovare ed afferrare i piedini e li porta alla bocca, alcuni bambini riesco a stare seduti da soli ma ancora fanno fatica ad alzarsi da posizione supina e mettersi seduti, altri stanno già in posizione da gattonamento, ma a tutti iniziano ad interessarsi al rumore di un oggetto che cade.
Sperimenta il lancio degli oggetti, se butta un giocattolo a terra all’inizio pensa di averlo perso, ma se qualcuno lo raccoglie e glielo porta, rimarrà sorpreso e contento.
Il fatto di prendere un oggetto e lanciarlo è un gioco che a cinque mesi diverte moltissimo il bambino, come anche il gioco del cucù: puoi coprirti il viso con le mani e poi mostrarlo all’improvviso riaprendo di nuovo i palmi, oppure si possono nascondere degli oggetti e poi farli riapparire.

 

I bambini amano la musica. Fategli ascoltare tutti i tipi di canzoni, dalla classica, al jazz e al pop. Lo vedrete battere le manine, sorridere e cercare di cantare a modo suo.

Date ai bambini dei giochi semplici e colorati, come può essere un sonaglino o un pupazzo morbido. Ogni volta che date a vostro figlio in mano qualcosa, pronunciate il nome del gioco o dell’oggetto, in modo che il bambino comprenda nuove parole.

 

Se non lo avete ancora fatto mettete in sicurezza la casa spostando medicinali e detersivi in posti che il bambino non può raggiungere. Tenete armadi con contenuto pericoloso chiusi a chiave e eliminate tutti i pericoli di soffocamento.

Non potendo ovviamente spostare tutta la casa, procuratevi dei blocca ante per impedire l’apertura di quegli sportelli che nascondono cose pericolose.

 

Mamma da questo mese, dopo aver consultato il medico, puoi ricominciare con un po’ di attività fisica, magari iniziare con pilates, yoga o camminata veloce, qualsiasi attività poco stancante ma che aiuta sia corpo che mente a riacquistare quella privacy persa.

 

Il nuovo equilibrio familiare si sta assestando, per alcune coppie il primo anno del bambino non è per nulla semplice, ma con molta pazienza e senza accusarsi a vicenda per la mancanza di tempo non dedicata all’altro, si supereranno facilmente questi periodi di stanchezza.
Non perdetevi anche se siete stanchi cercate sempre di ritagliare piccoli spazi di tempo da dedicare alla coppia, la famiglia siete voi.

2 Comments

  • Catia Gentile
    Catia Gentile Posted 26 Febbraio 2018 20:56

    Angelica Gentile

    • Angelica Gentile
      Angelica Gentile Posted 26 Febbraio 2018 21:04

      Hai visto il bubu settete ❤

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *