UA-144581869-2

L’allattamento al seno è l ‘essenza di una vita racchiusa in un liquido miracoloso che unisce per sempre una mamma al suo bambino…

 

Presto o tardi questa magia finisce per volontà della mamma o ancor meglio per volontà del bambino..

Ma Come celare per sempre questo ricordo e magari indossarlo?

 

C’è una persona che questa magia può farla durare tutta la vita una persona attenta ad ogni storia di latte raccontata da ogni singola mamma, un artista Marina D’avanzo, crea gioielli unici con il latte materno.
Una mamma Napoletana che regala ad ognuna di noi la possibilità di ricordare l’allattamento in un modo unico e speciale e da l’opportunità di poterlo indossare.
Ma conosciamola meglio, la sua avventura in questo mondo è iniziata poco più di due anni fa, come ci ha raccontato:

 

“Avevo partorito da poco ed avevo appena scoperto quanto possa essere difficile l’allattamento se non si è correttamente informate. In quel periodo cercavo un anello da farmi regalare da mio marito per il parto, come da tradizione napoletana, e mi sono imbattuta in un sito che vendeva questi gioielli con il latte materno”.

 

Il sito faceva capo ad una ditta americana, quindi i costi per commissionare un simile gioiello erano esorbitanti: basti considerare anche solo le spese di spedizione per inviare il latte in buono stato.

Marina non si è data per vinta, anzi, ha pensato che se era così difficile trovare cose simili, poteva iniziare a farle da sola.

Così, da zero, ha iniziato a creare i gioielli prima per se stessa, poi per le clienti che sono andate via via aumentando.

 

“Inizialmente collaboravo con un altro gruppo ma la mia voglia di creare qualcosa che soddisfacesse le mie esigenze artistiche mi ha portato a creare un nuovo gruppo che seguisse la mia vena creativa. Dopo un lungo ed appropriato studio con professionisti sugli elementi base e solo dopo aver accuratamente testato la durata del gioiello nel tempo ho iniziato a propormi con una mia linea”.

 

 

La lavorazione non è per nulla semplice, il latte estratto dalla mamma (ne basta un cucchiaio da minestra) e inserito in una fiala da analisi, va accuratamente sterilizzato con macchinari e procedure apposite.
Dopo di ché viene addensato grazie ad alcune sostanze naturali, ed assume la forma di una preziosissima pietra.
A questo punto viene modellato dalle esperte mani di Marina, che in meno di 10 giorni crea un gioiello personalizzato ed esclusivo.

 

“Utilizzo sempre basi in argento o in metallo anallergico, altrimenti farebbero male alle madri che allattano”.

 

“Ogni gioiello che creo deve raccontare la storia di una madre, di particolari 

allattamenti, di cui molti non facili. Per questo prima di crearlo cerco sempre di incontrare chi me lo richiede, di capire la sua storia, per poi arrivare a capire quale forma dare al mio lavoro. Indossare il proprio latte materno è come portare sempre con sé il proprio DNA, per questo ci tengo che sia qualcosa di unico”.

 

Personalmente quando l’ho incontrata ho capito subito che nascondeva qualcosa di magico, di profondo, di indelebili.

Le Sue creazioni la sua storia un connubio di arte e passione, una passione che trasmette a chiunque incrocia la sua strada.

 

 

Per scoprire tutte le creazioni di Marina D’Avanzo e per commissionarle un gioiello è possibile visitare il gruppo Facebook Made with love M❤m (creazione di gioielli con latte materno) 

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *